Sport

Arrampicata sportiva e bambini: non è mai troppo presto per iniziare

Abbigliamento Sportivo bambino

Se pratichi arrampicata e hai un figlio, ti sarai già domandato qual è l’età giusta per iniziarlo alla pratica sportiva e se è l’attività fisica adatta all’età evolutiva…

Pantaloni sportivi bimbo
climbing: pantaloni bambino MINI SPEED e t-shirt TATA

Possiamo consigliarti se è in fascia di età dai 3 ai 5 anni di portarlo ad arrampicare con te, come momento ludico ricreativo e non come vera e propria pratica sportiva.
Quindi senza la costanza dell’impegno sportivo per evitare di sollecitare l’apparato scheletrico ovviamente non particolarmente forte. L’arrampicata dovrà rientrare in una serie di altre attività ricreative da proporre al bambino.
La prima volta che lo porterai in palestra ad arrampicare rimarrai stupito da come i suoi movimenti sembreranno spontanei e naturali e non tanto perché hai davanti a te una nuova promessa dell’arrampicata (o magari sì) ma perché, se ci pensi, ogni giorno il bambino mette in pratica una serie di movimenti per riuscire ad affrontare delle piccole sfide quotidiane di scalata: dal divano al lettino alla trazione in punta di piedi per arrivare a recuperare l’orsetto sopra il comò.

6 anni potrebbe essere l’età giusta per iniziare l’arrampicata come sport. Ci sono diversi corsi per bambini organizzati dalle palestre che prevedono l’avviamento all’arrampicata in tutta sicurezza con esperti allenatori/insegnanti. Vedi ad esempio il corso Junior organizzato dalla palestra Boulder&Co di Milano.

Se devi scegliere tra indoor e outdoor, quasi per certo il primo approccio sarà meglio farlo con le prese colorate e i materassoni della palestra. Certo è, che il bello dell’arrampicata sarà poi fargli provare l’esperienza in natura, tra il verde, a contatto con la roccia. Uno step che potrà essere fatto successivamente alla palestra appena il bambino avrà acquisito maggiore confidenza con l’altezza.

tshirt e pantalone Bouldering Bambino
Abbigliamento arrampicata bambina

Quali capacità vengono sviluppate con la pratica dell’arrampicata sportiva?

Si lavora sulla mobilità degli arti, l’equilibrio e la coordinazione e vengono coinvolte diverse fasce muscolari, dalle gambe agli addominali alla parte superiore del corpo.

Ma forse, un approfondimento a parte, merita la componente emotivo/ psicologia: la sfida con l’altezza, la necessità di dover risolvere i problemi dell’arrampicata – da che parte vado, come ci arrivo, qual è il percorso migliore per salire – sviluppa nel bambino la logica, la concentrazione, la capacità di problem solving e pensiero laterale.

Inoltre, quando ad un’età più avanzata i bambini iniziano, all’interno del corso, a fare sicura ad altri bambini (ovviamente con sistemi di sicurezza autobloccanti) imparano ad essere concentrati e responsabili, ad essere presenti a sé stessi per garantire la sicurezza del proprio compagno di scalata. Imparano quindi l’importanza delle proprie azioni e matureranno un senso di responsabilità e a loro volta svilupperanno la capacità di fidarsi del prossimo.

Se queste ultime due frasi sulla sicura dei bambini in palestra vi hanno spaventato, possiamo rassicurarvi che l’arrampicata è uno sport a basso rischio. In palestra viene praticata con la presenza di insegnanti preparati che, ad ogni lezione, controllano il materiale e si assicurano che il bambino proceda nell’allenamento senza il minimo rischio. Ovviamente i bambini piccoli e i novelli saranno sempre assicurati dal maestro e non da altri bambini. Solo quando l’esperienza e l’età sarà consona alcuni corsi prepareranno gli allievi a farsi sicura tra loro.

L’abbigliamento sportivo per il bambino

La parola d’ordine è comodità. Che si tratti di una felpa sportiva da bambino o di pantaloni per bambina o di t-shirt, le regole sono tre:

  1. Non devono stringere o costringere il loro corpicino. Devono sentirsi il più liberi possibili nei movimenti.
  2. Devono essere resistenti e robusti. I bambini giocano, corrono, strusciano in parete o sulla roccia e i pantaloni devono essere i loro alleati nella ricerca del divertimento e dell’apprendimento motorio.
  3. Devono essere allegri e colorati. Felpe, pantaloni o t-shirt sportive per bambini li immaginiamo e li fabbrichiamo come un un’inno al colore. Felpe da bambina fucsia, verde, gialle e azzurre… E pantaloni da bambino in cotone o in jeans elastico con decorazioni alla caviglia.

Se già nella realizzazione di capi sportivi per gli adulti ci differenziamo per la varietà di colori dei nostri tessuti  – non per niente il nostro claim è COLORS ON THE MOVE – per i bambini ci siamo particolarmente impegnati cercando colori vivaci e fluo, per non perderli mai di vista.

T-shirt, felpe e pantaloni sportivi per bambini

La linea di abbigliamento sportivo per bambino Monvic è composta principalmente da tre categorie:
T-shirt bambino | Felpe bambino | Pantaloni e Jeans bambino.

Ogni capo ha un’ampia selezione di colori e inoltre potrai scegliere tra tantissime grafiche per poterlo personalizzare; disegni che richiamano il fantastico mondo della natura e dello sport.

Troverai taglie dai 3 anni fino ai 14 e per qualsiasi esigenza o personalizzazione facciamo modifiche o produzioni su misura.

Curiosità

Come è nata la linea di abbigliamento bambino di Monvic

Durante le manifestazioni e gare dove partecipiamo col nostro stand, abbiano notato che i primi ad essere attirati dai nostri colori e disegni erano proprio i bambini, i figli dei climbers.
La delusione quando non trovavano la taglia della maglietta o della felpa con la grafica preferita – omino, scalatore, sciatore, skater, snowborder, fiorellino, crash pad – era palpabile.

Da qui è nata l’idea e l’esigenza di creare un prodotto di abbigliamento sportivo per bambini, colorato, comodo da indossare e durevole.

T-shirt bambino (32)

Felpe bambino (24)

Pantaloni e Jeans bambino (4)

Arrampicata in bambini con disturbi dello spettro autistico

Un capitolo a parte vogliamo dedicarlo all’approfondimento di questo sport in bambini e ragazzi con disturbo autistico.

Non è facile scegliere lo sport adatto, ma difficilmente si tratterà di uno sport di squadra che richiede al bambino capacità comunicative e sociali avanzate.
L’arrampicata essendo uno sport individuale, non richiede l’obbligo di interazioni sociali particolari se non quelle con il singolo maestro e per questo motivo potrebbe non presentare l’ostacolo comunicativo. La pratica in palestra è molto intuitiva: i colori delle prese e la loro posizione indicano un percorso da seguire attraverso l’azione di movimenti ripetitivi. L’arrampicata sarà utile per aiutarli nello sviluppo muscolare e per aiutare la capacità sia di equilibrio che di coordinazione dei movimenti.

Ci teniamo a precisare che non siamo esperti in merito all’autismo ma i riferimenti che potete trovare a favore dell’arrampicata sono molti e anche autorevoli.

Articoli correlati